Preziosi, raffinati e realizzati con materiali di altissima qualità e rigorosamente a mano.

Non sono solo dei semplici orologi, bensì dei veri e propri pezzi di alta gioielleria, da indossare, sfoggiare e, perché no, collezionare. Dopo un’attenta analisi, ecco dieci modelli d’orologeria storici, nati qualche anno fa, considerati oggi “senza tempo”. Ovviamente, non tutti sono rimasti identici al loro design iniziale: hanno subito restyling, perfezionamenti e abbellimenti luxury. L’unica caratteristica, però, che è rimasta invariata è la loro artigianalità, che li rende, agli occhi degli esperti, unici e preziosi.

Rolex Oyster Perpetual ovvero l’orologio dei presidenti

È la nuova generazione del modello più prestigioso della maison svizzera, reso moderno nel design della cassa di 40 mm. Rolex reinventa così lo status, istituito alla fine degli anni ’50, di cronometro con il suo movimento meccanico di nuova generazione. Creato nel 1956, è il primo orologio da polso cronometro, impermeabile e automatico. La precisione, l’affidabilità, la leggibilità e le prestazioni conferiscono a questo modello lo status di orologio di prestigio per eccellenza. Nella storia, il Day-Date di Rolex è stato il segnatempo più indossato dalle personalità e dai leader tra le collezioni di Pasini Gioielli. Al polso, è immediatamente riconoscibile, in particolare per l’emblematico bracciale President. Il destino, infatti, era nel nome: grazie alla statura degli uomini che l’hanno indossato, il Day-Date è stato soprannominato l’Orologio dei Presidenti.

Ballon Bleu de Cartier: eleganza e storia

Leggero come un palloncino, blu come il cabochon che protegge, l’orologio Ballon Bleu de Cartier è uno dei più eleganti e storici orologi della maison francese. A influenzare la traiettoria dei numeri romani è la corona di carica blu intenso. Con cassa dalle curve convesse, quadrante guilloché, lancette a forma di gladio e bracciali dalle maglie lucide o satinate, il Ballon Bleu de Cartier è uno degli orologi più collezionati di tutti i tempi.

Baume & Marcier, Clifton: sportivamente robusto

Con il suo design urbano ispirato a uno storico segnatempo realizzato negli anni Cinquanta, il cronografo Clifton afferma con forza il suo stile. Sobrio ed elegante, ospita all’interno della cassa del diametro di 43 mm un calibro meccanico a carica automatica Swiss-made, visibile attraverso il fondo cassa in vetro zaffiro. Particolarmente apprezzato per la sua robustezza, indica l’ora, consente di rilevare intervalli di tempo fino a 12 ore, e offre la visualizzazione delle informazioni del calendario (data e giorno) in una finestrella a ore 3. Il quadrante argentato con finitura satinata soleil presenta lancette e indici dorati. Progettato per gli abitanti della città, questo orologio prettamente orientato all’universo sportivo è proposto con bracciale flessibile in acciaio dotato di chiusura tripla pieghevole e pulsanti di sicurezza.

Chopard L.U.C. 1937 Classic: Passione, tradizione e innovazione

Per i 150 anni della maison Chopard celebrati nel 2010, il modello L.U.C 1937 Classic ritorna e presenta una versione re-styled: in acciaio carati con bracciale in oro o cinturino in alligatore, quadrante argenté satinato a raggi di sole e lancette Dauphine personalizzate. La cassa in acciaio di 42 mm di diametro, delicatamente ridisegnata e resa più sottile, riprende il profilo e i dettagli caratteristici della collezione. La corona a vite a ore 3 garantisce l’impermeabilità fino a 100 metri. Per il globe-trotter amante delle tendenze senza tempo.

Patek Philippe Calatrava: per l’uomo d’affari

È uno degli orologi storici più conosciuti della maison svizzera. Realizzato in oro rosa, ha una cassa dal diametro di 38 mm, un movimento meccanico a ricarica automatica, quadrante opalescente argenté, centro guilloché a mano, indici in oro applicati e il cinturino in alligatore a squama quadrata, cucito a mano, bruno cioccolato lucido. Questo modello di orologio, timeless, dedicato al business man, rappresenta un vero e proprio inno all’artigianalità haute de gamme.

Officine Panerai Radiomir 1940: l’orologio della marina italiana

Intorno al 1940, i laboratori Panerai di Firenze perfezionano una nuova cassa, studiata per rispondere alle crescenti esigenze degli incursori della Marina Militare Italiana. La cassa rappresenta un’evoluzione di quella presentata nel 1936 e oggi è nota come Radiomir (termine che in origine indicava la sostanza luminescente brevettata dalla maison italiana per rendere luminoso il quadrante, ndr). Questo modello di orologio oggi è considerato uno dei must-have più importanti nelle collezioni di alta orologeria.

IWC Portuguese Edition “75th Anniversary”

Il modello Calendario Perpetuo Digitale rientra tra le invenzioni tecniche più straordinarie della manifattura di Schaffhausen. Con il nuovo Portugieser Calendario Perpetuo Digitale Data e Mese Edition “75th Anniversary” anche la famiglia di orologi Portugieser (Portoghesi) dispone ora di un modello dotato di grande indicazione della data e del mese. All’interno di una cassa di 45 millimetri di spessore, questo esclusivo segnatempo racchiude tutta la competenza manifatturiera di IWC: calendario perpetuo, grande datario digitale, indicazione dell’anno bisestile, cronografo con funzione flyback nonché movimento di manifattura IWC calibro 89801, dotato dell’efficiente sistema di carica automatica a doppio cricchetto e del sistema di “avanzamento saltante”. In occasione del rilancio per il 75esimo anniversario della famiglia Portugieser, l’orologio è dotato di un vetro con accentuata bombatura e un cinturino in pelle di alligatore di Santoni, mentre il calibro sfoggia un design tutto nuovo di grande fascino. Il segnatempo è disponibile in edizione limitata a 25 esemplari in platino, 75 esemplari in oro rosso 18 carati con quadrante nero e 75 esemplari in oro rosso 18 carati con quadrante argenté.

TAG Heuer Carrera: lo sport automobilistico

Nel 1963 Jack Heuer battezza Carrera una delle sue collezioni di orologi, in onore della Carrera Panamericana, leggendaria corsa automobilistica su strada. Infatti, immagina un design iconico, con un quadrante aperto, facile da leggere,  una cassa impermeabile e resistente agli urti, abbastanza solida anche per essere utilizzata in condizioni difficili come quelle di una gara automobilistica. Nel 2010 il pignone oscillante viene utilizzato, in una cassa Carrera, per creare il Calibro 1887, il cronografo con calibro di manifattura. Mezzo secolo dopo il suo spettacolare debutto sulla scena dell’orologeria, l’intramontabile Carrera resta il simbolo dell’impareggiabile savoir-faire di TAG Heuer e del suo tradizionale legame con il mondo dei motori.

Audemars Piguet Royal Oak Selfwinding: la perfezione del movimento

L’orologio Selfwinding è un inno alla perfezione nei dettagli. Con una cassa di 37 mm in cristallo zaffiro antiriflesso, resistente all’acqua fino a 50 metri, è uno dei modelli dell’azienda svizzera più apprezzati e collezionati. Il bracciale è realizzato in acciaio, inossidabile, con fibbia pieghevole AP.

Hublot Classic Fusion: mix di ceramica titanio oro e acciaio

La linea Classic Fusion del marchio tedesco è una delle più eleganti e raffinate. Trae ispirazione dagli orologi Hublot creati nei primi anni Ottanta. Con l’aggiunta recente di un tocco di design moderno, questo modello di orologio fonde in sé materiali moderni come la ceramica e titanio, con metalli tradizionali come oro e acciaio in silhouette eleganti, realizzando così un design classico e nello stesso tempo avanguardista. Per veri intenditori.