Per conoscere le diverse cause che causano la tua brutta respirazione nasale, dovresti andare dall’otorinolaringoiatra. L’otorino è l’unico medico che ha gli strumenti tecnici appropriati, come il fibroscopio nasale, per visualizzare l’interno del naso e fare una diagnosi accurata. Senza vedere l’interno del naso, la diagnosi potrebbe non essere corretta.

Dopo questa esplorazione iniziale, a volte potrebbero essere necessari altri studi come test allergici, radiologici, ecc.

Le cause per cui la respirazione nasale non è agevole abbastanza o soddisfacente sono molte, ma noi li evidenziamo tra loro:

1. Setto nasale deviato. Il setto nasale separa entrambe le narici nella linea mediana del naso. A volte, spontaneamente, durante la crescita, lo sviluppo del viso o a causa di un trauma, la deviazione della stessa avviene verso una fossa nasale o la flessione “S” che causa difficoltà respiratorie nasali unilaterali o bilaterali. [19659009] Trattamento: l’unico trattamento efficace per risolvere queste deviazioni è la chirurgia . Questo intervento viene eseguito dall’interno della narice, senza lasciare segni o tagli esterni.
2. Rinite cronica: è un’infiammazione della mucosa nasale e l’allargamento dei turbinati.

I turbinati sono una struttura che si trova nelle narici. Il centro di essi è composto da ossa. La sua funzione è di condizionare l’aria che respiriamo e che arriva in condizioni ottimali ai polmoni: filtra, riscalda e umidifica l’aria che respiriamo.

Questo aumento delle dimensioni dei turbinati (ipertrofia), specialmente di quelli inferiori, causa difficoltà respiratorie nasali. Il turbinato aumenta di volume e c’è meno spazio libero per respirare. Oltre a respirare male attraverso il naso, c’è frequente muco trasparente (rinorrea liquida), odore diminuito, prurito nasale e starnuti.

Molte di queste rinite croniche provengono da causa allergica . Le allergie sono più frequenti in primavera a causa dell’erba, ma possono verificarsi in qualsiasi momento dell’anno a causa di acari della polvere, arizona, ecc.

Trattamento: il trattamento della rinite cronica viene eseguito con farmaci : antistaminici e spray nasali con corticosteroidi. Con l’uso di questo farmaco si ottiene il controllo della maggior parte della rinite.

Tuttavia, ci sono persone che non migliorano nonostante effettuino correttamente il trattamento. Per questi casi abbiamo una chirurgia mini-invasiva eseguita con sedazione, che comporta la riduzione delle dimensioni dei turbinati, è il cosiddetto Chirurgia a radiofrequenza di Cornete .

In questo intervento viene applicata un’energia ad alta frequenza introducendo un elettrodo per ciascuna narice. Viene effettuato in ambulanza, il paziente poche ore dopo essere stato operato, può andare a casa, ha pochi rischi e poche complicazioni, ma invece, il risultato è di solito soddisfacente.
3. Rinosinusite cronica e poliposi nasale: sono infiammazioni e infezioni della mucosa e dei seni paranasali che causano anche difficoltà respiratorie nasali, muco abbondante e dolori o dolori facciali.

Trattamento: il trattamento inizialmente è con farmaci che riservano un intervento chirurgico per i casi con controllo peggiore e sintomi ripetitivi. I casi chirurgici vengono affrontati attraverso la chirurgia endoscopica nasale attraverso le narici senza cicatrici esterne.

Altre cause di dispnea

Altre condizioni che possano causare soffocamento includono:

  • allergia – risposta immunitaria o reazione a sostanze generalmente non nocive (come muffe, forfora o polline)
  • ernia iatale – una condizione in cui una parte dello stomaco si estende attraverso un’ apertura nel diaframma nel torace
  • obesità – troppo grasso corporeo
  • compressione parete toracica
  • polvere nell’ ambiente
  • salire a quote elevate dove c’ è meno ossigeno nell’ aria

Quando consultare il medico se si ha il respiro corto

Secondo le “Linee guida per la salute”, i pazienti dovrebbero ricevere immediata attenzione medica se la dispnea è accompagnata da uno o più dei seguenti sintomi:

  • difficoltà a parlare
  • dolore toracico, difficoltà respiratorie
  • gonfiore del viso o dell’ addome, mancanza di respiro (una possibile reazione allergica)

Se l’otorino ritiene che sia necessario il ricovero in oospedale questi sono alcuni dei test che possono essere eseguiti durante la degenza:

  • radiografia toracica – una radiografia del torace, dei polmoni, del cuore, delle grandi arterie, delle costole e del diaframma.
    TC scansione del torace “un metodo di imaging che utilizza i raggi X per creare immagini trasversali del torace e dell’ addome superiore
  • ECG – una prova che registra l’ attività elettrica del cuore
  • ecocardiogramma “un test che utilizza le onde sonore per fare immagini del cuore
  • test di funzionalità polmonare “un gruppo di test che misurano il livello di assunzione e rilascio dell’ aria da parte dei polmoni e il movimento dell’ ossigeno nella circolazione sanguigna.

Se vi viene diagnosticata l’ insufficienza cardiaca, potete essere trattati con farmaci come gli inibitori dell’ enzima di sospensione del liquido (diuretici) o dell’ enzima di conversione dell’ angiotensina (ACE).

Se l’ asma o la malattia polmonare cronica è la causa del soffocamento, si può essere trattati con ossigeno.

Per altre cause di problemi respiratori come l’ infezione, potrebbe essere prescritto un antibiotico.

La cosa più importante è parlare con il medicose la mancanza di respiro è persistente, grave o allarmante.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *